Sabato, 16 ottobre 2021
Regione Toscana

Autonoleggio: da giugno a luglio-agosto i costi crescono in maniera esponenziale

Oggi ci occupiamo dei costi dei servizi di autonoleggio e dei voli aerei. In entrambi i casi si registrano marcati aumenti, che contribuiscono alla generale impennata dei prezzi per chi ha deciso di trascorrere un periodo di vacanza, argomento che abbiamo trattato nelle scorse settimane.

Per quanto riguarda i servizi di autonoleggio ci affidiamo all'indagine condotta dall'Osservatorio Nazionale Federconsumatori. Secondo le prime stime, il numero di cittadini pronti a concedersi una vacanza sarà stabile rispetto al 2020: quest’anno si attesterà a circa il 42% degli italiani. Per molti, circa 1/3, si tratterà di 3-5 giorni presso amici o parenti. La costante sembra essere il mezzo di trasporto: in molti sceglieranno infatti di viaggiare in auto, utilizzando la propria o noleggiandone una. Proprio in relazione a tale aspetto emerge una delle principali criticità della stagione estiva alle porte: sono molti i cittadini che hanno segnalato all'associazione gravi rincari sul fronte del noleggio di automobili presso aeroporti, stazioni e porti.

L’Osservatorio Nazionale Federconsumatori ha così deciso di avviare un monitoraggio dei costi nella settimana dal 22 al 28 Giugno, dal 16 al 22 Luglio e dal 16 al 22 Agosto, dal quale emergono fortissime differenze nei prezzi applicati.

Mediamente, nella settimana di Giugno presa in considerazione, il noleggio di un’automobile (berlina di media grandezza a benzina), senza assicurazione supplementare e costi accessori, costa 379,22 Euro.

La stessa auto, nella settimana centrale di Luglio presa in esame, costa 736,73 Euro, con un aumento del +84% rispetto a Giugno. Ad Agosto, infine, nella settimana dal 16 al 22, il costo per il noleggio ammonta mediamente a 706,95 Euro, con un aumento pari al +77% rispetto a Giugno.

Guardando i dati nel dettaglio emerge che i costi più elevati vengono applicati a Bari, Palermo, Catania e Olbia. I rincari maggiori rispetto a Giugno si hanno presso le stazioni di Milano Centrale, Torino e l’aeroporto di Napoli a Luglio (con aumenti che raggiungono il +310%).

Anche rispetto allo scorso anno gli aumenti sono decisamente fuori controllo: ammontano mediamente al +45%, con picchi del +227% noleggiando l’auto nella settimana centrale di Agosto.

Consulta la tabella di dettaglio.

Alla luce di questi rincari, Federconsumatori ha inviato una segnalazione all’AGCM e all’ART, invitandole ad approfondire le dinamiche di tali costi e ad intervenire per fronteggiare le speculazioni in atto, come già avvenuto in occasione dei prezzi dei biglietti dei treni in occasione delle vacanze natalizie.

Costi record anche per i viaggi aerei. O meglio: per tutti i servizi che si accompagnano ai viaggi aerei, dalla scelta del posto a sedere all’assicurazione che copre spese mediche in caso di Covid, dal bagaglio da portare agli euro in più per bloccare la tariffa, cancellare la prenotazione, avere l’imbarco prioritario o stare vicini alla porta di uscita. Come? I prezzi del viaggio sono in linea con quelli dello scorso anno ma sono aumentati i costi di tutti i servizi legati al trasporto aereo, col risultato che i viaggi hanno ormai costi record. Di più: sono costi difficilmente quantificabili per il consumatore, almeno alla prima occhiata o a inizio prenotazione.

Nuovi servizi a pagamento per i costi dei viaggi aerei

Non solo le compagnie aeree low cost ma anche quelle tradizionali stanno introducendo nuovi servizi a pagamento, denuncia Assoutenti che ha fatto un’indagine su diverse compagnie. È record di balzelli ed extra costi, insomma. E «il prezzo dei biglietti aumenta più del doppio sfruttando le paure dei viaggiatori».

Ad esempio: il costo di un volo Ryanair da Roma a Barcellona a luglio è di circa 28 euro. Ma ci si può aggiungere una cifra che varia da più 29,99 euro per il pacchetto Plus, a più 4,25 euro per saltare le code, a più 4-20 euro per la scelta del posto.

Alitalia, per dire, da Roma a Parigi a luglio propone biglietti da 57 euro cui però si aggiungono pacchetti da più 25 euro (se ECONOMY CLASSIC che comprende Bagaglio in stiva 23kg, Scelta del posto, Cambio prenotazione prima e dopo la partenza 65 euro) o da più 75 euro per  ECONOMY FLEX (Bagaglio in stiva 23kg, Scelta del posto, Cambio prenotazione, Rimborso prima e dopo la partenza). E così via anche per le altre compagnie. E ci sono poi i costi dell’assicurazione viaggio, che possono andare da 6 euro a circa 40 euro – con diversi tempi e opzioni a seconda delle compagnie aeree.