Mercoledi, 1 dicembre 2021
Regione Toscana

Stangata d’autunno sulle famiglie, quasi 1500 euro in più di spese

 È stangata d’autunno sulle famiglie. Prezzi e tariffe vanno su, o promettono rialzi. E così si rincorrono previsioni sulla batosta che si sta per abbattere sui bilanci familiari.

I carburanti sono infatti in aumento da tempo. Le bollette dell’energia e del gas sono aumentate dal 1° ottobre sul mercato tutelato, con stime di una maggiore spesa di circa 300 euro l’anno a famiglia (per le associazioni dei consumatori, anche di più). L’inflazione è in accelerazione e stanno aumentando i prezzi del carrello della spesa. Rilanciare i consumi sembra dunque difficile se si considerano le spese in più che le famiglie devono mettere in conto. Senza contare che alle spalle c’è settembre, con le spese per la scuola. L’autunno inizia dunque in salita.

Corrono i rincari: più 1480 euro

A fare i conti della stangata d’autunno sulle famiglie è il Codacons che parla di rincari per quasi 1500 euro in tutto. La maggiore spesa, a prezzi costanti, si attesterà sui 1480 euro a famiglia, dice l’associazione, che ha diffuso un’elaborazione sugli effetti dei rincari.

«L’autunno porta con se una raffica di aumenti per le famiglie italiane – commenta l’associazione – L’Istat ha confermato il forte rialzo dell’inflazione che a settembre sale al +2,6%, sono scattati gli aumenti delle bollette luce e gas, che salgono rispettivamente del +29,8% e +14,4%. A tali incrementi vanno aggiunti i maggiori costi per i rifornimenti di carburante, con benzina e gasolio che costano oggi oltre il 20% rispetto allo scorso anno».

Gli aumenti che fanno la stangata

Questi rincari, tutti insieme, porteranno a una maggiore spesa che sfiora i 1500 euro a famiglia. Secondo le stime del Codacons, per la famiglia tipo l’incremento dei prezzi al dettaglio produce, a parità di consumi, una maggiore spesa su base annua pari a complessivi +799 euro a famiglia. Di questi, c’è un aumento di 242 euro per i servizi relativi ai trasporti (in aumento del +7% sul 2020), di 72 euro per l’acquisto di prodotti alimentari (+1,3%) e di 44 euro la ristorazione (+2,8%).

Fare il pieno di carburante alle automobili costa oggi +344 euro all’anno a famiglia rispetto al 2020 (il rincaro è del 20,6%), mentre per la bolletta della luce, a causa dei rincari delle tariffe, il Codacons mette in conto una maggiore spesa annua pari a +183 euro, +155 euro per il gas.

Il caro scuola di settembre

A questo si aggiungono ancora le spese di libri e corredo scolastico, in parte già sostenute dalla famiglie e certo non indifferenti. Secondo le stesse stime del Codacons, diffuse a fine agosto, l’esborso per il materiale scolastico completo può arrivare a raggiungere, durante l’anno scolastico 2021/2022, 550 euro a studente. A questi va aggiunto il costo per libri di testo, variabile a seconda del grado di istruzione e della scuola, con la spesa complessiva a carico delle famiglie che – tra corredo e libri – può raggiungere i 1.200 euro a studente.

Famiglie, aumenta la spesa per i consumi. Consumatori: siamo ancora nel tunnel della crisi (HelpConsumatori.it)