Mercoledi, 6 luglio 2022
Regione Toscana

Energia: -10,2% per la luce e -10% per il gas

Nonostante nuovi record al rialzo dei prezzi all'ingrosso registrati dopo l'invasione russa dell'Ucraina, i dati sugli andamenti dei prezzi, pur in un contesto di grande incertezza, portano ad un calo dei prezzi di tutela per l'energia elettrica e il gas naturale, il primo dopo 6 trimestri (7 se si considera il gas).

Il secondo trimestre 2022 vedrà una riduzione per la famiglia tipo con contratto di Tutela del -10,2% per la bolletta dell'elettricità e del -10% per la bolletta del gas.

L'ARERA ha infatti modificato una componente tariffaria che permette una compensazione dei costi di commercializzazione del gas. Una misura di riduzione, a vantaggio di tutti i clienti, che si applica alla fascia di consumi fino a 5 mila metri cubi /anno.

La riduzione complessiva delle bollette, sia per l'elettricità che per il gas, è possibile anche grazie alla costante collaborazione istituzionale con Governo e Parlamento.

L'Autorità può infatti confermare l'annullamento degli oneri generali di sistema in bolletta nel prossimo trimestre, grazie a quanto previsto dal decreto-legge n.17/22, con cui il Governo - oltre a confermare anche la riduzione Iva sul gas al 5% per il trimestre - ha stanziato le ulteriori risorse necessarie all'intervento, consentendo di alleggerire la bolletta per quasi 30 milioni di utenze domestiche e oltre 6 milioni di imprese.

Con lo stesso decreto il Governo ha stanziato le risorse che permettono all'Autorità di confermare il potenziamento del bonus sociale per il prossimo trimestre e per un numero maggiore di famiglie in difficoltà, grazie all'innalzamento del livello limite ISEE per l'accesso (passato da 8.265 € a 12.000 €, 20.000 € se famiglie con più di 3 figli).

Le famiglie beneficiarie, con il cosiddetto decreto Ucraina bis, sono così diventate oltre 3 milioni per il bonus elettrico e oltre 2 milioni per il bonus gas.

Anche per loro vale l'automatismo in vigore dal 2021: chi ne ha diritto trova il bonus direttamente accreditato in bolletta, semplicemente effettuando la richiesta dell'ISEE. Resta invece necessario compilare la domanda per le riduzioni da disagio fisico (utilizzo di apparecchiature elettromedicali salvavita).

Gli effetti in bolletta, nel dettaglio

Malgrado la prima discesa dei prezzi, resta ancora marcata la differenza di spesa rispetto all'anno scorrevole precedente. In termini di effetti finali, per la bolletta elettrica la spesa per la famiglia-tipo nell'anno scorrevole (compreso tra il 1° luglio 2021 e il 30 giugno 2022) sarà di circa 948 euro, +83% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell'anno precedente (1° luglio 2020 - 30 giugno 2021).

Nello stesso periodo, la spesa della famiglia tipo per la bolletta gas sarà di circa 1.652 euro, con una variazione del +71% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell'anno precedente.

Consumatori: la riduzione non basta, servono misure più efficaci

Secondo lo studio dell’UNC i prezzi dell’elettricità aumentano del 98,5% rispetto al secondo trimestre 2021, mentre quelli del gas si impennano del 68,4%. Questo significa che la bolletta della luce di questo trimestre salirà di 139 euro nel confronto con il corrispondente periodo dello scorso anno, passando, per la famiglia tipo, da 140 a 279 euro.

Per il gas – prosegue UNC – considerato che dal 15 aprile si spegneranno i caloriferi in tutta Italia, le famiglie spenderanno da aprile a giugno 104 euro, contro i 62 del secondo trimestre 2021, con un aggravio pari a 42 euro. Una maggior spesa complessiva pari, quindi, a 181 euro.

Su base annua (non, quindi, secondo l’anno scorrevole, ma dal 1° aprile 2022 al 31 marzo 2023, nell’ipotesi di prezzi costanti), i prezzi decisi oggi da Arera significano spendere, per una famiglia tipo, 127 euro in meno per la luce e 192 euro in meno per il gas. Una spesa totale inferiore a 319 euro.

Bollette energia, primo calo. Ma le famiglie pagheranno ancora tanto

Facile.it diffonde nuove stime: anche mantenendo bollette in calo per tutto l’anno, il 2022 potrebbe ancora costare il 65% in più rispetto al 2021.

Se le tariffe rimarranno ai livelli decisi da Arera fino alla fine dell’anno, a parità di consumi le famiglie (che pagano gas e luce secondo le tariffe del mercato tutelato) si troveranno a pagare una bolletta complessiva che potrebbe superare i 2.900 euro, il 65% in più rispetto al 2021, con un aggravio di oltre 1.100 euro. La spesa totale 2022 per il gas, dice Facile.it, potrebbe arrivare a circa 1.780 euro (+56% rispetto al 2021), mentre per l’energia elettrica il conto salirebbe a quasi 1.150 euro (+82% rispetto al 2021).

Sconto in bolletta luce e gas per milioni di famiglie

Dal primo aprile e fino al 31 dicembre 2022, milioni di famiglie potranno ora accedere al Bonus sconto in bolletta per luce e gas. Il Ministero del Lavoro spiega come fare:

  • Il processo di accesso al Bonus è automatico, poiché basato sul Sistema Informativo Integrato nazionale

  • Sarà sufficiente presentare la Dichiarazione Sostitutiva Unica e ottenere così un'attestazione ISEE

  • La Dichiarazione può essere presentata in autonomia direttamente online, sul sito ufficiale dell'INPS (accedendo alla propria area personale MyINPS e utilizzando il servizio apposito “ISEE precompilato”) oppure sfruttando il supporto attivo di un CAF qualsiasi (Centro Assistenza Fiscale)

  • INPS stessa, una volta acquisita la Dichiarazione selezionerà automaticamente le famiglie che potranno accedere allo sconto in bolletta (sulla base del loro ISEE) e trasmetterà i dati all’Acquirente unico, ente che collabora con ARERA, Autorità di regolazione per energia reti e ambiente

  • Tramite il proprio portale digitale SII, Acquirente unico comunicherà poi i dati degli utenti direttamente agli enti erogatori dell’energia elettrica o gas, che autonomamente e in maniera automatica applicheranno lo sconto in bolletta alle famiglie che ne avranno diritto.

Guarda lo spot tv!

Caro energia elettrica: come abbattere i costi in bolletta

Come risparmiare energia e aiutare il pianeta, i consigli del WWF